Danni cerebrali dopo incidente, appello

"Oggi Raffaele mangia, inizia a parlare e camminare, da qualche giorno dice 'mamma'. Ma curarlo in Austria ci costa mille euro al giorno e non riusciamo più a sostenere le spese. Se in Italia fossero disponibili i farmaci di cui mio figlio ha bisogno, potremmo curarlo qui". A parlare è Pia Colella, madre di Raffaele Carofiglio, 24enne barese che il 16 aprile 2016, in un incidente stradale, ha subito gravissimi danni cerebrali che gli hanno tolto la parola, la memoria, la mobilità. Ex bagnino, Raffaele aveva superato da poco il concorso in Marina e si sarebbe imbarcato da Taranto a settembre di quell'anno. Sua madre non si è mai arresa, anche quando avevano dato suo figlio per morto arrivando a proporre la donazione degli organi, e dal marzo scorso, ha portato Raffaele in una clinica di Innsbruck, dove rimarrà almeno fino alla prossima primavera. Degenza, farmaci e terapie costano 30 mila euro al mese, metà dei quali rimborsati dalla sanità pugliese.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Bari Today
  2. ANSA
  3. Puglia Positiva
  4. Radio Senise News
  5. La gazzetta del mezzogiorno

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Santeramo in Colle

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...